Come prendersi cura di sé

Come prendersi cura di sé

postato in: Blog | 0

Un modo efficace per prendersi cura di sé e dei propri bisogni personali è quello di adottare uno stile di vita che sia, per quanto possibile, equilibrato.

In medio stat virtus

Una vita equilibrata è quella che ha in sé lo spazio per alcuni elementi chiave:

  • il benessere fisico;
  • il divertimento;
  • il riposo;
  • la creazione e il mantenimento delle relazioni sociali.

Vediamo più da vicino questi elementi.

Il benessere fisico

Credit: Anthony Tran

E’ assodato oramai che le attività fisiche e la vita all’aria aperta contribuiscano al benessere fisico e psichico delle persone. Studi in tale direzione hanno ampiamente dimostrato che i processi chimici che si realizzano, per effetto dell’attività fisica, inducono nell’organismo un naturale effetto di quiete e di miglioramento dell’umore. Nello specifico ci restituiscono le energie e le abilità necessarie ad avere una maggiore chiarezza di pensiero. Non occorre pensare chissà a quali pratiche, può essere sufficiente, ad esempio, camminare per una mezz’oretta al giorno, tutti i giorni, per rinvigorirsi e recuperare le energie richieste da uno stile di vità sempre più frenetico.

Oltre all’esercizio fisico anche una buona dieta alimentare è un aspetto importante per darci l’energia di cui abbiamo bisogno per affrontare la quotidianità. Saltare i pasti o mangiare spesso in stile fast food non rappresenta una buona pratica se vogliamo prenderci cura di noi stessi  nella giusta misura. Sarebbe auspicabile saltare questi due estremi.

Il divertimento

Credit: Matheus Ferrero

Dire che nella vita il lavoro è importante anche se non è tutto, è un’affermazione ovvia, ma non per questo non veritiera. Se vogliamo raggiungere un buon punto di equilibrio siamo chiamati a bilanciare i momenti di lavoro e quelli di svago, i momenti del dovere con quelli del piacere.

Non si vive per lavorare ma si lavora per vivere

Ciò che si intende per svago dipenderà, naturalmente, dalle preferenze personali di ciascuno di noi: ognuno è libero di cercare le forme di divertimento che gli sono più gradite. Certo è che lo svago è una dimensione della vita importante legata al piacere giacché ci permette di divertirci, di distrarci dalle tensioni del lavoro, di liberare emozioni trattenute.

Il riposo

Credit: Lechon Kirb

Ognuno di noi è diverso da tutti gli altri, motivo per cui ciascuno ha un suo fabbrisogno di sonno per alzarsi al mattino fresco e riposato. Stando alle ricerche condotte sull’argomento, per gran parte delle persone è sufficiente dormire per un numero di ore compreso tra le otto e le dieci ore. Dormire troppo poco rende le persone irritabili, lente di riflessi, inclini a molti dei comportamenti tipici di chi è sotto effetto dell’alcol.
Per chi conduce una vita stressante e piena di impegni un aiuto prezioso può giungere dalla pratica meditativa. Studi in ambito psicologico dimostrano che se pratichiamo tutti i giorni un po’ di tempo per la meditazione, la contemplazione, la presenza mentale, attività che rientrano nell’attività di mindfullness, si trarrà beneficio sul piano dei processi di pensiero e di energie vitali.

Curare e mantenere le relazioni sociali

Per ciascuno di noi la presenza di relazioni sociali positive diviene un fattore di benessere che ci permette di allentare la tensione della vita di tutti i giorni. Avere una buona rete di conoscenze e di amicizie rafforza il nostro senso di comunità e di appartenenza.

“È la sola salvezza. Le persone si lasciano confortare da altre persone: è così che si danno forza”

 – B. Yoshimoto

In certi casi non è facile dare inizio a nuove relazioni e mantenerle nel tempo. I rapporti richiedono sempre un certo livello di impegno e di coinvolgimento. A tal riguardo vi invito a visionare il precedente articolo “Perché le relazioni finiscono”. Certo è che occorre del tempo a cortivarli, attraverso la condivisione di esperienze, pensieri, idee. E’ importante allora imparare a mettere da parte il tempo che è necessario per coltivare le relazioni sociali, che sia in famiglia o in amicizia. Chiunque l’abbia fatto, anche a prezzo di sforzi notevoli, sa che ne vale la pena.

Come abbiamo visto, gli elementi riportati possono concorrere alla pratica del benessere che una persona può realizzare nel proprio quotidiano. Nonostante ciò, in alcuni momenti della vita possiamo trovarci ad affrontare dei periodi di difficoltà per i quali raggiungere uno stato di benessere ci sembra davvero difficile, oppure può sembrarci difficile realizzare uno dei punti sopracitati e allora parlare con un counsellor può essere un aiuto concreto.

Quali ulteriori benefici possiamo trarre dal confronto con un counsellor?

Parlare con un counsellor può rivelarsi un’opportunità preziosa per esprimere pensieri e vissuti emotivi al fine di comprenderli pienamenente e grazie alla quale potremo, per effetto, sentirci meglio con noi stessi e prendere delle decisioni più oculate. Tale opportunità può essere utile per addentrarci nell’esplorazione dei nostri punti di forza e di debolezza per capire meglio il nostro mondo interiore e i processi attraverso cui produrre in noi i cambiamenti desiderati. Può essere un’importante esperienza di crescita personale volta ad innalzare la qualità della vita.

Se senti il bisogno di confrontarti con un professionista dell’aiuto cogli questa opportunità e prenota un colloquio conoscitivo. Puoi contattarmi al numero telefonico 334 3993715 o scrivendo una mail a info@salvatoredimaria.it

 

Fonti: “Parlami, ti ascolto”, K. Geldard e D. Geldard, Ed. Erickson.

 

Segui Salvatore Di Maria:

Gestalt Counsellor

Ultimi messaggi

Lascia un commento